Voices from the Blogs

Quanto sono felici gli utenti di Twitter? Quali sono le loro passioni? Social media ed elezioni presidenziali americane, come è andata? Che ne pensa la rete del Festival di Sanremo? Del nucleare? Della fine del mondo? Di iPadiPhoneAndroid, BlackBerry o WindowsPhone? Della scelta tra ebook e carta? Della Pubblica Amministrazione digitale e della crisi economica? Di Expo2015, AreaC, Milano? Di calciopoli? Della morte di Gheddafi o della fine di Kim Jong-il? Dell’ultimo libro di Fulvio ErvasMurakami o di quello di  Fabri Fibra? Della trasposizione cinematografica di  “Lo Hobbit“?

Oggi oltre 1 italiano su 2 utilizza internet, e l’italiano è la quarta lingua al mondo per post. Su internet ogni giorno milioni di persone esprimono i loro giudizi, le loro preferenze, i loro gusti. Ma di che cosa parlano? Quali sono le loro opinioni sui vari temi? Voices from the Blogs (VfB), progetto di ricerca dell’Università degli Studi di Milano, da dicembre 2012 spin-off dell’Ateneo Milanese, è un osservatorio permanente di quello che si dice e si discute in rete, attraverso l’utilizzo di avanzate metodologie statistiche e tecniche informatiche disegnate appositamente per la Sentiment Analysis che rendono possibile condurre analisi sistematiche al fine di generare un controllo costante, pressoché immediato, dei temi della rete.

La integrated Sentiment Analysis (iSA®) sviluppata da VfB permette in particolare di unire la profondità di una analisi qualitativa dei testi che è possibile ottenere attraverso la codifica manuale con i vantaggi propri di una analisi altamente automatizzata sul mondo dei Big Data.

Al 16/2/2014 VfB ha analizzato oltre 220 milioni di voci per produrre i risultati presenti in questo blog. Per saperne di più leggi qui.

Stay tuned!           

spoletta-tras

Pubblicato in generico | Lascia un commento

Nomina manager, la Rete boccia tutti. Moretti fa il pieno di critiche

repubblica

La Rete boccia senza appello le nuove nomine dei manager pubblici fatte dal governo Renzi, giudicate come una riproposizione di vecchi nomi, in completa antitesi rispetto all’idea renziana di “rottamazione”. Oltre 28.000 commenti sono stati pubblicati on-line nelle ore immediatamente successive all’annuncio dei nomi, avvenuto nella serata di lunedì 14. Con poche eccezioni, i manager nominati da Renzi fanno registrare livelli di sentiment positivo particolarmente bassi. Tra questi si salva solo De Gennaro, l’unico che fa segnare una percentuale di giudizi positivi superiore al 30%. Emma Marcegaglia si ferma invece al 25,5%, un deciso passo indietro per lei che in passato godeva invece, anche in Rete, di una forte popolarità. Chiude la classifica, nettamente staccato, l’ex dirigente delle Ferrovie Mauro Moretti, vittima in parte delle dichiarazioni polemiche sul tetto agli stipendi ai manager, da lui stesso rilasciate qualche giorno fa. Nel giudizio su Moretti dunque la Rete è unanime se consideriamo che il 99% dei commenti fatti nei suoi confronti esprime opinioni negative. Un record di sentiment negativo mai fatto registrare da nessuno finora. Resta da valutare se, alla prova dei fatti, i nuovi manager sapranno smentire lo scetticismo che la Rete ha espresso in queste ore. Leggi l’articolo completo su Economia&Finanza di Repubblica.it.

Continua a leggere

Pubblicato in Italia, politica | Contrassegnato , , , , ,

Il #Salone2014: una edizione da record, anche in Rete. Cosa è piaciuto (e cosa no)

sentimeterOltre 97 mila post pubblicati in Rete nella settimana del Salone milanese, con un picco registrato il giorno dell’apertura (oltre 17 mila post) divisi equamente tra quelli scritti in inglese (50,5%) e quelli in italiano. Ma di che cosa (e come) si è discusso? L’analisi di Voices from the Blogs mostra che l’attenzione è stata rivolta soprattutto al Fuorisalone (73,9% dei commenti) rispetto al Salone Internazionale del Mobile. Tra gli italiani l’evento del Fuorisalone più commentato è stato il Brera Design District, tra gli stranieri Ventura-Lambrate. D’altra parte la settimana del Salone del Mobile è decisamente piaciuta (sentiment positivo: 93,7% del totale), e qua la Fiera si prende la sua rivincita dato che ottiene una percentuale di commenti positivi superiore a quelli ottenuti dal Fuorisalone (95,3% rispetto al 90%). Un evento, quello della Settimana del Salone, che fa bene anche a Milano, che ottiene l’89,8% di commenti positivi tra chi ha frequentato e discusso della Design Week, merito di una città che viene vista quanto mai “viva” e internazionale (almeno per quei giorni). Tra gli aspetti più apprezzati di questo Salone2014, emerge una differenza tra chi scrive in italiano e chi in inglese. Per quasi il 70% dei secondi, ciò che è soprattutto piaciuto è stato il “cuore” della Settimana del Salone, ovvero i nuovi prodotti esposti (61,2%), ma anche la freschezza e la genialità dei giovani designer (6,2%). Quasi 1 italiano su 2, invece, opta per quello che è girato intorno al Salone: dall’ambiente (incluso feste e apertivi: 35,2%), alle persone (non pochi sono stati i commenti sull’abbigliamento degli “hipster”, ad esempio: 8,1%) alla stessa città di Milano (8,1%). E tra chi critica? A prevalere sono le lamentele per la confusione che il Salone e i suoi eventi portano con sé (30,6% dei post “critici”), il 21,3% parla invece di una Milano impreparata o inadeguata; il 17,3% stigmatizza gli sprechi della grande manifestazione mentre il 4% non apprezza quella che percepisce essere la piega più marcatamente modaiola e meno artistica dell’evento. A conferma di questo ultimo punto, il 26,8% sottolinea la scarsa innovazione di quest’anno. Scopri tutto nella nostra infografica.

Continua a leggere

Pubblicato in società, milano, cultura, design, social media, arte, art, culture, society | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , ,

Referendum Veneto: per la Rete è una “farsa”, ma sugli arresti (specie al Nord) cresce il dissenso

La Rete boccia il referendum sull’indipendenza del Veneto ma anche l’arresto dei secessionisti. Questo il dato che emerge dall’analisi di 58.000 commenti pubblicati on-line nelle ultime due settimane. Solo poco più di 1 commento su 10 pubblicato in Italia giudica tutto sommato credibili i risultati del referendum (anche se il dato cresce leggermente nelle regioni del Nord). Oltre 4 commenti su 10 criticano l’arresto dei secessionisti giudicandolo “esagerato” data la scarsa pericolosità della minaccia, una percentuale che tocca il 50% tra gli utenti in Veneto, Lombardia e Piemonte. In Italia un commento su quattro esprime infine qualche simpatia per le istanze indipendentiste (uno su tre al Nord), simpatie legate soprattutto a critiche antisistema allo Stato italiano o a motivi economici (tasse). Tra i critici invece prevale chi considera ridicoli i movimenti indipendentisti e non mancano gli insulti ai veneti. L’analisi è stata effettuata da Voices from the Blogs in esclusiva per TvSvizzera.it. Scopri tutto nella nostra infografica.

Continua a leggere

Pubblicato in Italia, politica | Contrassegnato , , ,

Aspettando il #Salone2014: tra design e aperitivi, quali sono gli eventi più attesi?

L’attesa in questi giorni per l’avvio del Salone del Mobile 2014 è stata febbrile, in Italia come all’estero. Basti pensare che nell’ultima settimana sono stati quasi 25 mila i commenti on-line che ne discutevano (di cui il 70% su Twitter), divisi equamente tra quelli scritti in italiano e quelli scritti in inglese. Ma di che cosa discutono? Quale è l’evento più atteso? Perché si va ai Saloni? Solo per gli aperitivi, per il design o per farsi conoscere? Scopri tutto nella nostra infografica (analisi effettuata in esclusiva per la Camera di Commercio di Milano).

Continua a leggere

Pubblicato in arte, cultura, design, milano, società | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , ,

Using Sentiment Analysis to Monitor Electoral Campaigns: Method Matters

SSCRIn recent years, there has been an increasing attention in the literature on the possibility of analyzing social media as a useful complement to traditional off-line polls to monitor electoral campaigns. Some scholars claim that by doing so we can also produce a forecast of the results. Relying on a proper methodology for sentiment analysis remains a crucial issue in this respect. In this work, Voices from the Blogs (VfB) applies its methodology to analyze the voting intention of Twitter users in the United States (for the 2012 Presidential election) and Italy (for the two rounds of the centre-left 2012 primaries). This methodology presents three crucial advantages compared to traditionally employed alternatives: 1) a better interpretation of the texts; 2) the ability to catch actual voting intentions rather than mere positive sentiment; and 3) more reliable aggregate results. VfB analysis shows a remarkable ability of social media to nowcast as well as to forecast electoral results.

The results of this analysis are presented in the scientific paper “Using Sentiment Analysis to Monitor Electoral Campaigns: Method Matters — Evidence From the United States and Italy“, Social Science Computer Review, March 24th, 2014, DOI: 10.1177/0894439314521983.

Pubblicato in english, politics, social media, Technology, Twitter | Contrassegnato , , , , , , , , , ,

Le capitali della felicità? Genova e Cagliari. Ma se Milano avesse il mare…

happinessOggi, 20 marzo, si celebra la seconda giornata mondiale della felicità indetta dall’ONU. Ma in Italia dove si è più felice? E quali sono i fattori che influenzano maggiormente il sorriso degli italiani? Per scoprirlo anche quest’anno Voices from the Blogs e Wired.it presentano l’e-bookiHappy 2013, che contiene la classifica delle provincie italiane in base al loro grado di felicità (l’indice iHappy, appunto) misurato nell’arco del 2013. Dall’analisi di oltre 40 milioni di messaggi su Twitter raccolti quotidianamente nelle 110 provincie italiane, emerge che nel 2013 la capitale della felicità in Italia è stata Genova. La provincia del capoluogo ligure si colloca infatti al primo posto con un 75,5% di tweet felici. Al secondo posto, e a poca distanza, troviamo Cagliari (75,1%), mentre nella top-ten compaiono anche Parma (quarta col 72,9%), Bari (settima: 71,7%) e Bologna (71,4%), seconda nel 2012 ma che quest’anno scende al nono posto.

Classifica VfB

Continua a leggere

Pubblicato in costume, Festa della mamma, internet, Italia, mammoni, società, tecnologia | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

L’euroscetticismo corre in Rete: 1 su 2 auspica l’Italia fuori dalla UE

repubblicaA maggio si vota per il rinnovo del Parlamento europeo e si moltiplicano le forze politiche che vogliono interpretare in chiave antieuropea il malcontento generato dalla crisi economica. Non è chiaro però quanto sia radicato il sentimento antieuropeista degli italiani e quanto sia stato influenzato dalla congiuntura sfavorevole e, soprattutto, dalle prescrizioni di politica economica che da Bruxelles vengono indirizzate al nostro Paese. Per cercare di scoprirlo Voices from the Blogs ha esaminato quasi 60.000 tweet postati nelle ultime tre settimane che hanno discusso esplicitamente di Europa, scoprendo che gli italiani stanno maturando una crescente allergia nei confronti dell’attuale Unione europea, anche se continuano ad essere affezionati all’idea di Europa, che vorrebbero però diversa da quella che osservano.

Continua a leggere

Pubblicato in economia, euro, europa, europa, Italia, politica | Contrassegnato , , , , , , , , ,