VOICES from the Blogs

spoletta nero trasparenteSul Web ogni giorno milioni di persone esprimono i loro giudizi, le loro preferenze, i loro gusti. Ma di che cosa parlano? Quali sono le loro opinioni sui vari temi e perché è importante scoprirlo? Voices from the Blogs (VOICES), spin-off & start-up dell’Università degli Studi di Milano, è un osservatorio permanente di quello che si dice e si discute in rete, attraverso l’utilizzo di avanzate metodologie statistiche e tecniche informatiche disegnate appositamente per la Sentiment Analysis.

La integrated Sentiment Analysis (iSA®) sviluppata da VOICES permette in particolare di unire la profondità di una analisi qualitativa dei testi che è possibile ottenere attraverso la codifica manuale con i vantaggi propri di una analisi altamente automatizzata sul mondo dei Big Data. L’ulteriore vantaggio di iSA® è che si può applicare su qualunque lingua.

Al 1/9/2014 VOICES ha analizzato oltre 350 milioni di voci scritte in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, giapponese, russo, e provenienti da Twitter, Facebook, Google+, Instagram, Blog, Forum, News, per produrre i risultati presenti in questo blog. Al momento VOICES, oltre all’Italia, opera sul mercato americano, giapponese, spagnolo e svizzero. Per saperne di più su VOICES e i suoi prodotti leggi qui.

Stay tuned!          

Pubblicato in generico | Lascia un commento

Virna Lisi manca già agli italiani: tristezza e cordoglio in Rete

virna-lisi

E’ mancata ieri l’attrice Virna Lisi, uno dei grandi volti del cinema italiano, che aveva saputo colpire l’immaginario degli italiani lungo più di 50 anni di film che dalla commedia ai drammi erano sempre capaci di esprimere grandi emozioni. E così non stupisce che nel giorno della sua morte la felicità media degli italiani, sulla base dell’indice iHappy sviluppato da VOICES, sia crollata. Da un rispettabile valore di felicità  pari a 54,6 di mercoledì 17 dicembre a quello di 39,1 di ieri: -15,5 punti di buonumore, che toccano uno dei punti più bassi a Roma, la città in cui Virna Lisi è morta e in cui ha girato molti dei suoi film: -30,4 punti di iHappy (da 61,3 a 30,9).

tra_17_e_18_dicembre_-_morte_Virna_Lisi

Pubblicato in cinema, costume, società, tecnologia | Contrassegnato , , , , ,

#XF8LaFinale: come previsto da Twitter vincono Lorenzo e Fedez. Boom di sentiment per Cattelan

xfact-620x350Dopo 8 settimane ecco finalmente il verdetto dell’ottava edizione di Xfactor. VOICES ha analizzato i tweet della finale, che ha fatto registrare un record di sentiment. Il 77,2% dei tweet ha infatti espresso gradimento per la puntata, facendo segnare un netto balzo rispetto alla semifinale, che invece non era piaciuta. Ma se il sentiment del programma è stato elevato, è sicuramente anche merito del presentatore, Alessandro Cattelan, che si candida a diventare una vera star mediatica e fa segnare uno stratosferico 95,2% di sentiment positivo.

sentiment

La finale non ha riservato sorprese, e l’esito ha confermato il gradimento espresso via Twitter nel corso delle diverse puntata, che è stato quindi in grado di “anticipare” sia la vittoria di Lorenzo (40,7%), che ha prevalso nella sfida a due contro Madh (36,1%), sia il terzo posto di Ilaria (13,0%) mentre Mario chiude in quarta posizione (10,2%). Vittoria quindi con pieno merito per Lorenzo, che è stato quasi sempre in testa alla Twitter-classifica. Ma grande performance anche di Madh che ha incrementato, puntata dopo puntata, la sua platea di fans.

Continua a leggere

Pubblicato in costume, internet, Italia, musica, social media, società, spettacolo, tecnologia, televisione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il venerdì nero dell’Italia arrabbiata

repubblicaMonta la tensione in vista dell’astensione generale proclamata da Cgil e Uil per il 12 dicembre per contestare Jobs Act e legge di stabilità. Si attendono disagi forti, che hanno già provocato provvedimenti di precettazione. E la Rete per il momento sembra schierarsi – complice il perdurare della crisi – a favore dello sciopero generale: dall’esame dei circa 45 mila testi pubblicati sul tema questa settimana (tra Twitter, Facebook, blog, forum, ecc.), il 60,2% risulta infatti condividere, o almeno provare simpatia, per alcune delle ragioni dello sciopero generale. Il sentimento prevalente tra chi discute sul tema è d’altra parte la rabbia, che pervade quasi la metà dei pareri espressi e che si rivolge talvolta verso qualche obiettivo specifico, ma più spesso somiglia alla esasperazione.

Sciopero

Continua a leggere

Pubblicato in economia, politica, società, tecnologia | Contrassegnato , , , , ,

#XF8 Semifinale: critiche per l’eliminazione di Emma, ma è testa a testa tra Lorenzo e Madh nel social-gradimento

xfact-620x350Stasera andrà in onda la finale di Xfactor8. Nell’attesa vediamo qual è stato il giudizio della Rete sulla semifinale andata in onda giovedì scorso. Dai circa 160.000 tweet analizzati da VOICES e relativi alla diretta emerge un netto calo del sentiment: solo il 48,6% dei commenti sono positivi (-19,3 punti rispetto alla puntata precedente). La semifinale, molto combattuta, ha infatti deluso i Twitter-spettatori e le eliminazioni effettuate hanno fatto molto discutere. Quasi la metà dei commenti (48%) ha fortemente criticato l’eliminazione di Emma Morton mentre il 31,2% dei post mostra sorpresa per il passaggio di Mario alla finale.

artistiineditiok

Anche dopo la semifinale la classifica degli artisti vede in testa Lorenzo Fragola (27,6%) davanti a Madh (25,3%), che però accorcia le distanze, e a Ilaria (15,4%). Lorenzo (25,6%) e Madh (23,3%) sono appaiati anche nel gradimento relativo alle sole canzoni inedite presentate dai concorrenti durante la puntata. Da segnalare che la percentuale di gradimento catturata via Twitter, sia in assoluto (r = 0.98), sia relativamente ai brani inediti (r = 0.81), è fortemente correlata con le vendite di iTunes e con il numero di valutazioni espresse dai clienti.

Continua a leggere

Pubblicato in comunicazione, costume, cultura, Italia, musica, società, spettacolo, tecnologia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Social TV e pluralismo: la mappa ideologica dei talk show politici

media non sono tutti uguali. Lungi dall’essere tutti ‘super-partes’, ogni mezzo di informazione tende al contrario a comportarsi in modo un po’ ‘partisan’. Il pubblico, a sua volta, tenderà a selezionare contenuti omogenei rispetto alle proprie credenze e opinioni, e di conseguenza ciascun media finirà inevitabilmente per attirare un pubblico con una caratterizzazione ideologica ben definita. Ma è possibile misurare l’ideologia dell’audience, e quindi indirettamente anche quella dei media, ottenendo una misura di pluralismo televisivo? Un modo per farlo è sfruttando il concetto di social TV: attraverso l’analisi di oltre 135 mila commenti relativi a 30 puntate (tra settembre e novembre) dei principali talk show politici italiani, e in particolare misurando il sentiment (positivo o negativo) espresso nei confronti degli ospiti politici che di volta in volta si succedevano nelle varie trasmissioni, diventa infatti possibile posizionare l’audience di ciascuno dei 10 talk show serali in una mappa ideologica, che misura sia quanto l’audience sia di destra o di sinistra che al contempo quanto sia anti-politica, anti-casta o anti-sistema che dir si voglia (si veda qui per maggiori dettagli sulla metodologia)

Continua a leggere

Pubblicato in comunicazione, Italia, politica, tecnologia, televisione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

#XF8, sesta puntata: è sfida Lorenzo-Madh. Leiner outsider. Plebiscito per Fedez

Stasera andrà in onda la semifinale di Xfactor8. In attesa di questo nuovo appuntamento, vediamo quale è stato il giudizio della Rete sulla puntata di giovedì scorso. VOICES questa settimana ha analizzato quasi 150mila tweet relativi alla diretta. Molto apprezzato l’ospite, Marco Mengoni: per il 44,6% dei commenti la presentazione del suo nuovo singolo “Guerriero” rappresenta il momento più bello di questo sesta diretta. Il sentiment della puntata rimane positivo 67,9%, ma in calo (-6,5 punti) rispetto a settimana scorsa. Evidentemente qualcosa, come vedremo, ha fatto storcere il naso ai Twitter-spettatori.

artisti

Partiamo come sempre dalla classifica degli artisti che vede ancora al primo posto Lorenzo Fragola (22,8% di gradimento), che però perde 4 punti e viene tallonato da Madh (19,2%, in crescita di +3,2) che si conferma ai vertici. La sfida si fa dunque sempre più serrata. Torna sul podio Leiner (18,4%) grazie ad una ottima esibizione di “i” di Kendrick Lamar: il suo pezzo rap è piaciuto addirittura all’82,2% dei Twitter-spettatori e molti vorrebbero vederlo nuovamente in questa veste.

Continua a leggere

Pubblicato in comunicazione, costume, Italia, musica, società, spettacolo, tecnologia, televisione | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dieci mesi di impressioni real-time sul Jobs Act: più no che sì

jobsactapprovatoIl Senato ha approvato ieri in via definitiva il Jobs Act, proposto dal Governo Renzi come strumento per riformare il mercato del lavoro. Ma il dibattito tra i politici, sui giornali, così come in Rete a riguardo è iniziato ben prima, a partire da marzo, quando il provvedimento entrò nell’agenda politica del governo. Un dibattito che ha accesso gli animi in questi mesi, tra sostenitori ed oppositori, sia nella piazza reale che in quella virtuale.  Basta dire che a partire dalla scorsa primavera fino ai giorni nostri VOICES from the Blogs ha monitorato oltre 350 mila i post su Twitter che discutevano del tema. Un volume importante che ci racconta di una riforma che ancora non è entrata nei cuori degli italiani: complessivamente le critiche al provvedimento superano infatti chiaramente gli apprezzamenti (61% a 39% tra chi esprime una chiara opinione sul tema). Più nel dettaglio, possiamo riassume le opinioni emerse in cinque principali categorie. La maggioranza dei commenti (in media il 49%) ritiene che la riforma “Cancella i diritti” dei lavoratori (Renzi non crea lavoro ma toglie tutele e diritti ai lavoratori aumentando precarietà e licenziamenti! Questo è il Jobsact). Ma c’è anche chi, e non sono pochi, ritiene che al contrario il Jobs Act li estenda (28%) perché “Dà diritti a chi non li ha” (Il JobsAct tutela tutti ed è incentrato sul contratto unico. Ogni mistificazione è inammissibile). Solo il 6,5% però crede che la riforma “Crea lavoro” (Il lavoro si crea innovando: JOBSAct), mentre per il 12% nella sostanza “E’ inutile” (il JobsAct è vuoto. Tante parole che prendono in giro lavoro). Infine, aspetto interessante, il 4% ritene che il Jobs Act “Non basta” e che sarebbe servito più coraggio (Nel JobsAct nessuna considerazione delle partite Iva. Fai un jobsacta per i freelance).

Landamento_delle_opinioni_sul_Jobs_Act_

Continua a leggere

Pubblicato in economia, Italia, politica | Contrassegnato , , , , ,